Le nostre navi - Vele e vapori

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Ven 23 Lug 2010 - 15:13



Kaiser Franz Joseph 1°

Il varo della Kaiser Franz Joseph I

Nel mezzo del cantiere si elevava, imponente e maestosa, la mole del nuovo piroscafo intorno al quale numerose schiere di operai stavano facendo gli ultimi preparativi per il varo. Allorché si scorse l'arrivo del piroscafo Pelagosa che, proveniente da Miramar, recava a bordo le AA.II. e RR. e la Serenissima signora arciduchessa Maria Gioseffa, la nave di S.M., Panther, a bordo della quale si trovava il contrammiraglio de Koehm col suo stato maggiore, eseguì le salve con 21 colpi di cannone ed allo sbarco gli augusti ospiti vennero ricevuti ed ossequiati dai direttori dell'Unione Austriaca di Navigazione e del Cantiere Navale Triestino di Monfalcone.
Alle 9.10 S.E. Monsignore Sadey impartì, col cerimoniale d'uso, la benedizione alla nave; dopo il discorso del signor Callisto cav. Cosulich, la signora Arciduchessa rispose: "Siamo riuniti qui oggi per il varo di una nave che avrà l'alto onore di portare il nome di S.M. l'augustissimo nostro sovrano. Accettai con grande piacere l'invito della solerte società Austro-Americana di fungere da madrina d'un battello mercantile costruito qui a Monfalcone sulle sponde del nostro bel mare. Io gli auguro felicità, prosperità e successo".
Proseguì indi con le seguenti parole: "E così ti battezzo con graziosissimo permesso di S.M. col nome di Kaiser Franz Joseph I; scendi in mare e la benedizione di Dio ti accompagni e ti protegga in tutti i tuoi viaggi". Dopo queste parole S.A. tagliò il nastro al quale era legata la tradizionale bottiglia di "Champagne" che frangendosi andò ad irrorare colla sua bianca spuma il fianco proviero della nave.
Indi il cav. Cosulich le presentò la graziosa mannaia col manico d'argento cesellato, sul quale era inciso il nome del piroscafo e la data del varo ed invitò l'eccelsa dama a voler tagliare con quella il secondo nastro che sosteneva gli ultimi scontri che trattenevano il varo. S.A. tagliò il nastro e pochi secondi dopo, l'immensa mole del piroscafo si mosse, dapprima lentamente, poi con velocità sempre più accelerata e scorrendo sullo scalo scese nel mare tra fragorosi applausi del pubblico e degli operai, accompagnati dai concerti e dall'inno popolare e da 21 colpi di cannone. Erano le 9.45.
(dall'"Osservatore Triestino", 1911)
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Mar 27 Lug 2010 - 16:23



Aquileia

Per ciò che concerne l'Europa centrale e particolarmente gli Stati sorti sulle rovine della Monarchia danubiana, il fatto di essere stata Trieste per secoli un porto di questi paesi, di conoscerne le lingue, gli usi, i gusti ed i bisogni, di disporre essa di solide relazioni personali e d'affari e di forti colonie di commercianti e industriali che a questi paesi appartengono o che da essi provengono e di essere situata favorevolmente per distanza e facilità di comunicazione, dava al suo porto, e per esso all'Italia, una posizione di grande vantaggio.
La guerra non aveva indebolito il prestigio del Lloyd all'estero. Alcuni episodi lo testimoniano: nel 1919 l'ammiraglio Pepe si fermò con alcune unità nel piccolo porto orientale di Evoli. Sceso a terra, si rivolse alle autorità turche per chiedere dove si trovasse il rappresentante d'Italia; i turchi risposero che non conoscevano se non il locale agente del Lloyd.
Nel novembre 1919 al Lloyd rimangono 14 unità; alla fine del 1921 le nave iscritte nei porti di Trieste, Fiume e Lussino erano 226, ripartite fra 32 imprese armatoriali.
Le navi giuliane nel primo dopoguerra passarono in gran parte alla flotta mercantile italiana, il Lloyd mantenne l'illustre suo nome con l'aggiunta dell'attributo "Triestino" e l'"Austro-Americana" iniziò la sua nuova esistenza con la denominazione "Cosulich".
Nel 1922 si procedette alla revisione dei nomi delle navi così: "Maria Valeria" viene cambiato in "Cilicia", "Bindobona" in "Tracia", "Habsburg" in "Remo", "Erzherzog Franz Ferdinand" in "Fiume", "Styria" in "Gianicolo", "Austria" in "Venezia", "Tirol" in "Trento", "Salzburg" in "Gorizia", "Koerber" in "Asia", "Baron Call" in "Quirinale", "Baron Beck" in "Aventino", "Prinz Hoehnloe" in "Friuli", "Karlsbad" in "Campidoglio", "Wien" in "Vienna", "Gablonz" in "Tevere", "Baron Bruck" in "Palatino", "Innsbruck" in "Aquileia", "Pilsen" in "Pilsna".
(da "Le attività marittime dell'emporio di Trieste" di F. Babudieri)
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Mar 27 Lug 2010 - 16:47



Conte Rosso

Conte Rosso

L'eco di una dolce canzone si perde pel mare che ha il fascino e la bellezza del deserto immenso e prodiga tanta gioia a chi lo contempla. Il tramonto e per la volta del cielo, in uno sfolgorio meraviglioso si diffondono, digradando di tono in tono le ultime luci opaline. A bordo della grande nave lloydiana, che fila veloce e sicura all'estremo lembo del Mediterraneo, si affollano i passeggeri sul ponte di prora e in alto, tra le lance allineate fuori dai bordi, a rimirare lo spettacolo senza pari, come inebriati da tanto bagliore di raggi; in questa atmosfera di sogno le belle ladies e gli inappuntabili gentlemen riprendono le loro romantiche trame.
Ben a ragione si disse che il mare è il più prodigo largitore di fantasie nuove, il più possente evocatore di giocondi ricordi...
La nave va col suo carico di gente e di cose. Nel salone morbido e fulgente le coppie intrecciano le danze al ritmo sincopato di un'orchestrina deliziosa che alterna il fox e il tango al charleston. Gli altri passeggeri fanno corona, disposti attorno alle pareti rococò, a bearsi della musica, dei profumi e della bellissima visione di giovinezza e di grazia.
Sopracoperta si perdono nelle pause i danzatori stanchi con le loro belle, camminano su e giù i solitari e i sognatori, sonnecchia onorevolmente qualche dama matura.
Tutta questa gente che il caso ha posto vicino in questo prodigioso albergo navigante e che dovrà vivere unita per tre, sette, dieci giorni non conosce il tedio dei lunghi, interminabili e faticosi viaggi di una volta, dei quali non ci resta che il ricordo.
La bella nave lloydiana è un piccolo paradiso dove tutto è deliziosamente vario e piacevole. Una visione di pittoreschi, strani meravigliosi paesaggi s'apre al nostro occhio ad ogni approssimarsi della nave alla terra, quella prodigiosa terra d'Oriente coronata di minareti e di torri, di piramidi e di pagode, uno scenario favoloso orpellato di porpora e d'oro, eretto sulle spume del Mediterraneo corrusco di storia o dei lontani mari delle Indie, della Cina e del Giappone.
La nave scivola sul placidissimo mare rapida e leggera come sospinta dal palpito di invisibili vele e porta con sè un lembo d'umanità che ha dato il bando alle preoccupazioni, per raccogliere le dolcezze e i sogni.
(Sul mare)
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Mar 27 Lug 2010 - 17:10



Viminale

Modernità e sicurezza

La superba nave che sta per prendere il mare è un segno tangibile dell'attività e dell'ingegno; costruita nei nostri cantieri di San Rocco, per il rinnovamento della flotta del Lloyd Triestino, secondo i più recenti sistemi.
Adibita per viaggi con l'Estremo Oriente, la nave dispone di sette capacissime stive, vi sono delle boccaporte tanto ampie da lasciar passare una locomotiva completa. Il doppio fondo ha l'intera lunghezza della nave ed è diviso in compartimenti per il carico del combustibile liquido, dell'acqua potabile, della zavorra. Sopra la boccaporta centrale leva il suo braccio contro il cielo un grande bigo destinato a sollevare fino a venti tonnellate di merce per volta.
Così, con tutto un sistema di congegni rapidi e possenti, il carico e lo scarico della nave può avvenire con grande sollecitudine.
a chi la guardi dalla riva la motonave si presenta con spiccatissime caratteristiche tanto nella linea esterna dello scafo quanto delle soprastrutture. Caratteristica principale l'assenza del fumaiolo, primo accenno di una prossima sicura rivoluzione nel campo dell'architettura navale.
Il passeggero rileva che nulla è trascurato perché la sistemazione interna torni a vantaggio dei viaggiatori e dell'equipaggio; entrando nelle cabine del personale di bordo, visitando l'infermeria, la sala di medicazione, la dispensa, le cucine, la cambusa, gli impianti frigoriferi, se ne convince subito.
Sul ponte di comando vi sono innovazioni importantissime. La bussola giroscopica Sperry con apparecchio automatico di governo, che permette quasi di abolire il timoniere; i telefoni altisonanti, la vetrina per le segnalazioni degli incendi. In caso d'incendio l'estinzione viene genialmente attuata a mezzo di gas d'anidride carbonica compressa in apposite bobmbole.
Ancora pochi giorni fa regnava a bordo un gran fervore di lavoro. Da un capo all'altro, giorno per giorno, la nave cambiava fisionomia come per incanto. Ora la motonave parte compiutamente attrezzata per il suo grande viaggio.
(Sul mare)
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da borin il Mar 27 Lug 2010 - 17:54

Un piccolo contributo al tema: anno 1934, nave Italia: comandante Steindler, linea del levante per la Palestina, medico de bordo per l'occasion : mio papà:
( la foto la ga fatta lu)
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Mer 28 Lug 2010 - 9:47

Grazie de cuor borin, come al solito te son 'sai cocola e sempre 'sai atenta a tuti i argomenti che meto in forum.

Grazie ancora par el contributo, sempre con tantisima simpatia Fabiana,
PS: no' savevo che tu' papà el fazeva anca el "medico de bordo": chisà quanto tempo ch'el stava via alora.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da borin il Mer 28 Lug 2010 - 11:30

Fabiana ha scritto:
PS: no' savevo che tu' papà el fazeva anca el "medico de bordo": chisà quanto tempo ch'el stava via alora.
No iera una roba che el fazeva regolarmente: el gaveva papà medico, nono comandante del Lloyd, col se ga laureado, nono ghe ga consigliado: fate el patentin de medico de bordo, che te podessi servir. e cussì el se ga fatto i esami e el ga ciapado la "matricola". Po el ga fatto singoli viaggio, un ogni diese-venti anni, tanto per no far scader el patentin, i lo imbarcava co i gaveva bisogno de un medico suplente..
ecolo nel suo primo viaggio,credo che el sia el primo a sinistra, in Mediterraneo col Quirinale, anni Venti

Dovessi gaver de qualche parte el baretin... go intanto la foto del stemma del Lloyd sul baretin



avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Mer 28 Lug 2010 - 11:35

Che foto belisime che te gà borin: xe pròpio vero che con tuto quel che te conservi te dovarìa far pagar el bilieto par entrar, cusì come che se fa in t'un museo.

Ciau, sempre con tantisima simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da borin il Mer 28 Lug 2010 - 11:36

L'ultima volta che el ga fato el medico de bordo el iera za sula sessantina, iera una crociera in mediterraneo e ierimo a bordo anche mi e mama, per l'occasion el ga dovudo farse una montura nova, tuta lusiga che me par che ghe ga costado quasi tuto el stipendio del viaggio, ma poco dopo salido a bordo una baba ghe xe andada vizin e ghe ga fatto: "Comandante, a quanti nodi andiamo?" e inveze i allievi co lo ga visto me ga contado : Pensavimo che el fussi un pezzo grosso dela Capitaneria de porto de Genova Very Happy Very Happy
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da borin il Mer 28 Lug 2010 - 11:37

Fabiana ha scritto:[justify]Che foto belisime che te gà borin: xe pròpio vero che con tuto quel che te conserv
oltre 50 anni senza mai traslocar, in casa grande.. e te savessi cossa che go eliminado per cambiar casa, ovviamente go zercado de salvar quel che più ghe iero affezionada..
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Mer 28 Lug 2010 - 12:24

Inveze mi, purtropo, dopo che mama e papaci se gà separado e mi e mio fradel semo 'ndadi finir a l'ECA, quel poco de ricordi cha gavevo (noi stavimo in t'una camera e cusina) i xe restadi là e chi sà che fine che i gà fato: ogni tanto ghe penso, speze a tute le vece foto che mama tigniva in dò scatole de legno soto el "leton" e che tante volte mi e mio fradel, cò se rifugiavimo là soto par scampar a "le ire" de mama, gavemo vardà.

Ciau, sempre con tantisima simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Fabiana il Lun 2 Ago 2010 - 13:07



Saturnia

L'affascinante varietà degli arredamenti

Uno Scalone dal cui alto veglia la statua di bronzo della divinità che ha dato il nome alla nave, sale all'Atrio, dove sono gli uffici, al Ponte delle Passeggiate e scende ai piani inferiori fino alla Piscina, sontuosa riproduzione di magnifici bagni pompeiani.
Il Ponte delle Passeggiate è occupato dalle Sale di Convegno, che si raggruppano intorno al Salone delle Feste, centro della vita mondana di bordo. Ricca di legni scolpiti, di stucchi preziosi e di ori scintillanti, la Sala delle Feste richiama il fasto della corte reale di Versiglia.
Contigua ad essa gira verso prua la fresca e spaziosa Veranda, aperta alla brezza ed allo spettacolo del mare. Confinano dall'altra parte con la Rosticceria (Grill-room) dall'enorme camino istoriato e la Sala di Scrittura, tutta lacche azzurre e cineserie.
Ampie Gallerie solenni col soffitto a travi dipinte e sopraricci tesi alle pareti come nei palazzi del Quattrocento toscano, conducono alla Biblioteca arredata nel gusto del primo Settecento inglese e alla Sala da fumare, indovinato adattamento moderno di motivi fioriti ai tempi dei Tudor.
Il Bar accanto scintilla nella policroma gaiezza del suo rivestimento di ceramiche. Oltre 250 commensali possono prendere posto intorno alle tavole della Sala da Pranzo. La decorazione di stile classico s'ispira alla grandiosità dei modelli greci. Intorno alla cupola gira una fascia riproducente il fregio del famoso Partenone.
Gli alloggi sono gioielli di buon gusto e di confort. Impeccabile è lo stile degli Appartamenti di Gran Lusso, composti da camera da letto, salotto, veranda, camera per il seguito, bagno e ripostiglio; eleganti e lussuosi gli altri Appartamenti e le Cabine decorate tutte da quadri d'autore. Il Terrazzino sul mare, di cui sono provviste numerose cabine, è una delle più felici novità dell'architettura navale.
Sale da Gioco per i bambini, sale di ginnastica con gli attrezzi più moderni, Passeggiate lunghe come strade e Sundecks vasti come piazze completano gli alloggiamenti riservati alla Prima Classe.
(da Saturnia-Vulcania, Cosulich Line)
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da borin il Lun 2 Ago 2010 - 14:46

Naturalmente, ste robe cussì bele riguardava la rima classe, sul Saturnia e Vulcania le classi iera tre..
mi go viaggiado nel 62 due giorni fin in Grecia, in seconda classe: papà ga dito che no se buta via soldi per andar in prima, go visto el salon de prima co amici ne ga invitado una sera a zena.
La roba che più me ga colpido de ste navi, iera che le macchine le fazeva assai tremar e vibrar. po se se abituava..
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Nereo il Lun 26 Ago 2013 - 12:32

Cara Fabiana, per mi che el mar lo gò ancora nele vene, i raconti che te me ga fato leger  i xe stai come tornar e esser giovine perché le dificoltà del mar e ale volte le storie che nassi incontrando gente de paesi foresti, le xe sempre le stesse e le me pol esser tocade anche a mi, più de una volta.
Iera dura, ma co se xe giovini se supera tuto.  Me copiarò tuto per farme come un libreto de zontar ale mie aventure in mar che ghe lassarò ai fioi. Grazie.
avatar
Nereo
alievo de coperta

Numero di messaggi : 39
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : Riposo dopo 25 ani de mar su 40 / Poesie dialeto triestin
Data d'iscrizione : 23.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Giacomin il Lun 26 Ago 2013 - 14:49

Fabiana purtopo no la te pol risponder ma, te assicuro che la saria stada strafelice de quel che te ghe ga scrito.

E fusimo anche noi contenti se, sempre se te ga voia, te contasi qualche tua aventura che, son sicuro, te ghe ne ga tante Very Happy 

_________________
Tutto passa......meno el bus che te speti.

http://www.rovinj-apartman-soni.com/
avatar
Giacomin
Armator

Numero di messaggi : 2581
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : colaudator de poltrone, divani e materassi vari
Data d'iscrizione : 07.01.09

http://triestin.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le nostre navi - Vele e vapori

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum