Il Cimitero Ebraico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Cimitero Ebraico

Messaggio Da guido bighelli il Gio 25 Feb 2010 - 18:32

Sempre dei stesi autori, Roberto Ricamo, e Giulia Stibiel, sburto sta parte che riguarda el cimitero ebraico dela nostra zità.

A Trieste la Comunità Ebraica, fin dal 1446, dava sepoltura ai propri defunti in un terreno situato a destra di via del Monte, sul colle della Fornace, vicino alla Porta Riborgo. A quel tempo Michael, figlio di Salomone di Norimberga, acquistò per sè e per i suoi correligionari, un pezzo di terra. Per questo terreno, la comunità israelitica corrispose fino al 1808 al Comune di Trieste, un canone di locazione annuale. Nel 1774 la comunità acquistò da un privato, certo Giovanni Verz, una vigna contigua al cimitero allo scopo di ampliarlo. In tale occasione venne eretto un muro a difesa da eventuali danni e profanazioni che talvolta avvenivano da parte della popolazione triestina.
Nel 1730 si registrò l'intervento del Capitano Imperiale, Barone Andrea De Fin, a difesa della comunità, quando il Padre Priore dell'Ospedale di San Giusto si impadronì di pietre del cimitero per realizzare opere civili. Anche dopo la costruzione del muro di cinta, purtroppo, gli scherni ed i danneggiamenti continuarono, come risulta dalle lamentele presentatenel 1780 al Governatore di Trieste, Conte Zinzendorf.
Il cimitero si estendeva dal lato destro di via del Monte, fin sotto le mura del Castello di San Giusto e aveva in comune una parte del muro di cinta del cimitero militare, accedendo attraverso un'androna fornita di scalini che portavano ad una casa che fungeva da cappella mortuaria, nonchè abitazione del custode. L'androna era in comune con l'ingresso del cimitero elvetico. L'ampliarsi della città, nei primi decenni del 1800, portò alla necessità di eliminare i vari cimiteri rionali, creando, nel 1821, la nuova necropoli cattolica di Sant'Anna.
Tuttavia il cimitero ebraico di via del Monte occupava, all'epoca, ancora una superficie vastissima, situata quasi nel cuore della nuova città che stava sorgendo, provocando diverse proteste da parte dei cittadini che volevano farlo spostare. Tali lamentele rimasero vane fino al 1842, data in cui il Magistrato Comunale assegnò alla comunità ebraica un fondo situato in prossimità del nuovo campo santo cittadino.
Vide così la luce, il 31 maggio 1843, il cimitero ebraico di via della Pace.
Nel 1907 la Fraternità Ebraica di Misericordia vendette i terreni del vecchio cimitero al Comune e si impegnò a provvedere alla traslazione dei resti delle 2.400 salme nell'ossario del nuovo cimitero di via della Pace.
Lo smaltimento delle lapidi venne eseguito con schedatura e disegni dei manufatti, lavoro eseguito ad opera di Salvatore Sabbadini e Pietro Sticotti. Alcune lapidi sono conservate negli orti lapidari, tra queste la pietra tombale di Rachel, figlia di Jehudà, morta nel 1448 e ritrovata nell'antico cimitero, alla sommità della via.
Cessò così di esistere il cimitero israelitico sul Colle della Fornace che, per oltre quattro secoli, aveva accolto le salme degli ebrei triestini: una delle comunità più numerose e vivaci d'Italia.
A ricordare ancor oggi questo storico luogo, affissi all'inizio della via, sono alcuni versi della poesia "Tre vie" dalla raccolta Trieste e una donna, (1910-12) di Umberto Saba, che qui ebbe sepolti i propri genitori.

fine della prima parte
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Cimitero Ebraico

Messaggio Da borin il Gio 25 Feb 2010 - 20:04

I me ga rugnado un poco che fotografavo al Orto lapidario, che nosepol..gnanche al averto.. ben bon..ecole qua




de l'altro lato de via del Monte se vedi ancora tracce e muro de un cimitero ormai dismesso, ma iera de una comunità protestante , che corrispondi a una cappella ancora adesso in funzion
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Cimitero Ebraico

Messaggio Da guido bighelli il Gio 25 Feb 2010 - 21:01

Belisime foto, scatade anche se NOSEPOL...
Sul mio libreto xe tre foto che posto, anche se le xe pice e no tanto bele come le tue, ma interesanti.



avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Cimitero Ebraico

Messaggio Da guido bighelli il Ven 26 Feb 2010 - 21:29

Seconda e ultima parte

Saba scrive:

..."A Trieste ove son tristezze molte, e
bellezze di cielo e di contrada, c'è un'erta che
si chiama Via del Monte.
Incomincia con una sinagoga,
e termina ad un chiostro, a mezza strada
ha una cappella; indi la nera foga
della vita scoprire puoi da un prato,
e il mare con le navi e il promontorio,
e la folla e le tende del mercato.
Pure, a fianco dell'erta è un campo santo
abbandonato, ove nessun mortorio
entra, non si sotterra più, per quanto
io mi ricordi: il vecchio cimitero
contrada: degli ebrei, così caro
al mio pensiero,
se vi penso i miei occhi, dopo tanto
penare e mercantare, là sepolti,
simili tutti d'animo e di volti"

Ai giorni nostri, nella parte alta del vecchio cimitero ebraico, si estende il Parco delle Rimembranze, in quella inferiore invece sorge la scuola elementare ebraica.
L'attuale cimitero ebraico di via della Pace è un luogo di grande fascino, dove il fasto ottocentesco delle antiche tombe di famiglia è racchiuso dall'intrico di una fitta vegetazione che richiama atmosfere e suggestioni praghesi.
E' il secondo per ampiezza, dopo il cimitero cattolico, proprio a testimoniare l'importanza e la grandezza della
Comunità Ebraica a Trieste.
Entrando, a destra dell'ingresso, si trova l'ossario contenente i resti traslati dal vecchio cimitero di via del Monte;
di fronte all'ossario trovano posto le tombe monumentali delle grandi famiglie ebraiche tra le quali si menzionano i de Parente e i baroni Elio e Giuseppe de Morpurgo. Un sacello, a forma di tempio greco, accoglie le tombe della famiglia Morpurgo de Nilma mentre la famiglia Cohen Ara riposa in una cripta di stile neogotico.
Dietro la casa del custode trova posto un monumento che ricorda gli ebrei triestini trucidati nei campi di concentramento durante la Shoah.
Nel luglio del 1999, con una solenne cerimonia, è stata data sepoltura ad una cassetta contenente le protesi dentarie strappate alle vittime dei lager, recuperate in una bisaccia che era custodita presso la Banca d'Italia,
grazie all'interessamento dell'allora Ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi.
Nel viale centrale si trovano le tombe dei rabbini, molte a forma di sarcofago, qui traslate dall'antico cimitero di via del Monte. Passeggiando per i viali si possono notare le numerose tombe delle grandi famiglie di commercianti il cui nome è legato alla vita cittadina: tra le altre, quelle dei Buchbinder, Eppinger, Coen.
Al di là dello struggimento che evoca, il cimitero rimane uno dei luoghi più cari e sacri dalla Comunità Ebraica di Trieste che vide scritta la propria storia secolare.
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Cimitero Ebraico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum