Le sepolture dei morti a Trieste

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da guido bighelli il Lun 1 Feb 2010 - 17:35

Legio un libreto, 'ssai interesante, che me ga regalà el suo autor, Roberto Ricamo, scrito in colaborazion con Giulia Stibiel.
Zà che xe argomenti che ne interesa a tuti, a chi prima e a chi dopo, go pensà de riportar qualche stralcio.

Prima parte

In tutte le città, dipendenti dal potere di Roma, le leggi proibivano che i morti venissero sepolti o cremati entro le mura della città. All'epoca però non si conoscevano i cimiteri come li vediamo noi ai giorni nostri, ovvero un'area delimitata che racchiude tutte le differenti tombe. Le sepolture avevano luogo liberamente ovunque nella campagna ma i luoghi preferiti erano le zone adiacenti i bordi delle strade suburbane. A delimitare l'estensione della fossa, veniva posta una lapide sul bordo della strada (in fronte) recante una epigrafe in memoria del defunto e un'altra sul retro (in agro).
Generalmente i morti venivano cremati e le ceneri (oppure in altri casi le ossa) erano conservate in vasi di vetro, collocati a loro volta in un contenitore e poi interrati. Le salme invece venivano deposte direttamente a contatto con la nuda terra, poi venivano coperte con una doppia fila di tegole a formare un doppio tetto. I colombarium erano delle tombe con tante piccole nicchie che ricordavano le piccionaie - da cui il nome - e potevano essere in parte o completamente sotterranee e lì vi si seppellivano i diversi componenti di ciascuna famiglia.
Gli scavi, eseguiti a Trieste nella metà dell' 800, portarono alla scoperta di diverse tombe di epoca romana, situate proprio ai bordi delle strade principali. Molto più tardi - sia nel 1905, sia nel 1928 - vennero ritrovate alcune sepolture lungo le attuali via Carducci e via Udine che ripercorrono l'antico tracciato della via Gemina che portava ad Aquileia. Altre sepolture furono ritrovate nel 1908 lungo la strada romana che andava verso l'Istria - la via Flavia - che è l'odierna via dell'Istria.
Esternamente alle mura cittadine esistevano anche delle vere e proprie necropoli: una di queste, ad esempio, venne rinvenuta alla fine del 1800, dove oggi sorge lo stabile al n. 4 di via Duca d'Aosta. In questa necropoli, ricca di pavimenti a mosaico, si pensa furono sepolti molti dei martiri cristiani della città, poichè le esecuzioni, all'epoca, avvenivano al di fuori della cerchia muraria.
Un'altra importante area funeraria è stata recentemente ritrovata in via Donota (ora museo visitabile). Posta sotto il colle di San Giusto, a ridosso del teatro romano, fu costruita dai Romani tra il IV e VI secolo d.C. lungo una delle strade di accesso che avveniva lungo una l'attuale via Donota. Il sepolcreto è un luogo dove sono riunite delle tombe a cassa, in pietra arenaria e in fossa, oppure in anfora. L'area, prima di diventare funeraria, aveva sicuramente una funzione abitativa dal momento che vi si ergeva una casa privata, disposta su due terrazze, di cui quella superiore comprendeva un pozzo.
La città di Tergeste godette di alcuni floridi secoli di sviluppo, dalla sua fondazione fino alla caduta dell'Impero Romano, ma con il passaggio nel 539 d.C. all'Impero d'Oriente e vista la sua collocazione ai margini dell'Impero stesso, Tergeste svolse prevalentemente il compito di avamposto militare fino all'anno 788 d.C. - data di arrivo dei Franchi di Carlo Magno, la quale segnò l'inizio di una caduta nell'oblio, destinata a durare fino a metà età medievale.
La decadenza che investì la città si riscontra anche nel culto dei morti: a riprova di ciò non si trovano in città, nei secoli a seguire la caduta dell'Impero Romano, sepolture degne di nota nè si reperiscono notizie riguardanti il culto dei defunti a Trieste.

continua
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da guido bighelli il Lun 8 Feb 2010 - 17:22

Seconda parte

Durante il medioevo ricompare la cronaca della città: in questo periodo storico i nobili, i funzionari e gli ecclesiastici, venivano generalmente sepolti in tombe di famiglia, situate sotto i pavimenti all'interno delle chiese mentre la gente comune veniva inumata nei terreni circostanti le chiese stesse.



In questi secoli di "Libero Comune" vennero eretti alcuni importanti luoghi di culto: la Cattedrale di San Giusto, sull'area già occupata da due tempietti romani e la Chiesa di San Silvestro, eretta probabilmente sui resti della casa romana dove vissero le due martiri Eufemia e Tecla e dove si riunivano i primi cristiani triestini. Oggi esse sono i due unici esempi di chiese medievali ancora erette in città. La terza chiesa del 1300 conservatasi fino ai giorni nostri è quella di San Michele del Carnale, che si trova alla destra dell'ingresso della Cattedrale di san Giusto.
Il popolo, in questo periodo, usava seppellire i propri defunti nella terra, avvolti in un sudario, mentre la cremazione era vietata dalla Chiesa che la riservava agli eretici. Talvolta per i benestanti si usava delimitare la fossa con lastre di pietra a formare un rudimentale sarcofago. La zona preposta alla sepoltura, nell'alto medioevo,era appena fuori la porta Cavana.
L'usanza di seppellire i defunti importanti all'interno delle chiese continuò per molti secoli, tanto che all'interno della Cattedrale di San Giusto, il pavimento delle navate era cosparso da numerose eterogenee lapidi e, di conseguenza, nel 1842, si rese necessario un restauro per livellarne il pavimento che si presentava notevolmente irregolare: molte lapidi furono applicate per ornamento sulle facciate esterne del Duomo e della Chiesa di San Michele del Carnale.
Alcune di esse furono successivamente ricollocate all'interno, nel pavimento della Cattedrale e sono ancora visibili.

Attorno alla Cattedrale di San Giusto si aprivano i tre cimiteri della città:
- Il cimitero del Duomo, rimasto poi unico cimitero fino al 31 luglio 1825.
- Il cimitero di San Giovanni Battista, a fianco del Battistero.
- Il cimitero di San Sergio, accanto al duomo.

A quell'epoca i cimiteri esterni alle mura cittadine invece erano quattro:
- Il cimitero della Chiesa della Madonna del Mare (nei pressi dell'attuale e omonima via); la chiesa fu demolita nel 1783 ed il cimitero venduto come orto.
- Il cimitero della Chiesa di San Francesco, l'odierna Beata Vergine del Soccorso, (il cimitero occupava l'attuale piazzetta Santa Lucia, il giardino dell'Episcopato e l'inizio di via SS. Martiri).
- Il cimitero della Chiesa dei Santissimi Martiri (poi donata ai Padri Armeni) ed infine demolita nel 1783.
- Il cimitero della Chiesa di San Nicolò (sede dell'omonima confraternita di San Nicolò dei Marinai), nel quale cimitero venivano sepolti appunto i marinai.
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da borin il Lun 8 Feb 2010 - 17:43

se vuoi, ho le foto di quasi tute le lapidi di san Giusto. in molti casi sono molto belli gli stemmi, di nobili famiglie o di vescovi triestini
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da guido bighelli il Lun 8 Feb 2010 - 19:15

Grassie Borin, xe sempre robe 'ssai interesanti veder sti stemi dei casati dei nostri nobili conzitadini. Sto libreto, che i me ga regalà, parla de tante familie ma no'l meti ne foto , ne ilustrazioni.
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da borin il Lun 8 Feb 2010 - 20:16

intanto le più recenti, che go fatto circa un mese fa, visto c he iera piere, go spesso doprado el bianconero, ma xe proprio bei sti stemmi del sei e settecento!
xe nobili o vescovi, e queste xe le stele messe de fora. Go de qualche parte un libro che dovessi contar esattamente de ogniduna de chi che le xe



questa però xe Ludovicus Marentius, quindi xe un Marenzi e me par che sia el steso stemma de quel de sora


questa no xe dubio del capel che iera un vescovo
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da borin il Lun 8 Feb 2010 - 20:18

altro capel de vescovo




sto ultimo podessi eser de una dele Tredisi casade
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da guido bighelli il Mar 9 Feb 2010 - 10:51

Go guardà le foto, belisime in b/n, dà proprio l'idea dela piera scolpida...
Me ga incuriosì quela de L. Marentius, che ga dò bissoni e che la
ricorda un poco el stema dei Visconti di Modrone che po' xe anche el
simbolo de Milan, del'Alfa Romeo ecc.



Co te ga tempo e voia, meti altre foto de ste lapidi de San Giusto, magari spiegando che familia che le rapresenta o altre informazioni che te pol aver. Penso che ghe intereserà a tuti saver qualcossa de più. Grassie intanto per le altre.
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da gomena il Ven 19 Feb 2010 - 9:40

interessanti ste storie dei veci cimiteri de Trieste, mi no savevo ste robe.
Starò atento dove che metto i piedi quando che caminerò per certe
vie del centro.....
avatar
gomena
alievo de coperta

Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le sepolture dei morti a Trieste

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum