La Bottega del Vino

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La Bottega del Vino

Messaggio Da guido bighelli il Sab 24 Ott 2009 - 20:15

Legio sul blog "InformaTrieste":
Bottega del Vino: affitto impossibile, non la vuole nessuno

Che fine ha fatto la Bottega del Vino? Rimessa a nuovo con un accurato (e milionario) lavoro di restauro, doveva essere riproposta a breve e messa a disposizione della cittadinanza ma adesso rischia di cadere nel dimenticatoio. Ma da quasi un anno sulla splendida struttura interna al Castello di San Giusto, dove generazioni di triestini hanno trascorso feste matrimoniali o di comunione, ballato, mangiato crêpes suzette in un ambiente unico o semplicemente «fato fraja», è sceso il silenzio. O, meglio, solo adesso le anticipazioni dell’ex assessore Bandelli, che all’epoca andava ancora d’amore e d’accordo con il sindaco Dipiazza, si sono tradotte nel bando di gara, in scadenza il prossimo 3 dicembre.
Un bando oneroso, va detto subito, in tempi in cui le attività di pubblica ristorazione sono ormai soggette a chiusure e aperture a livello quasi newyorchese. Un contratto che chiede agli eventuali gestori di sostenere un esborso di 120mila euro all’anno più Iva per almeno 9 anni, ovviamente gestendosi i dipendenti in proprio, arredando le sale e l’ex abitazione del custode, destinata a bar, e assogettandosi a clausole-capestro anche per quanto concerne le assicurazioni del luogo. A dirla tutta, una formula gestibile, forse, soltanto da qualche grossa società nazionale. Di sicuro non dal bosco e sottobosco della ristorazione locale. «Siamo di fronte a un affitto molto elevato – conviene il presidente degli esercenti Fipe Beniamino Nobile – anche se, da quanto ne sappiamo, il castello tutto dovrebbe essere oggetto di una rivalutazione da parte del Comune, che dovrebbe concretizzarsi in spettacoli, eventi, eccetera. La cifra rimane comunque impegnativa».
Tra l’altro, va aggiunto, il bando comunale non prevede offerte al ribasso, vietate, ma solo in aumento. Vista l’entità dell’esborso richiesto, un’evenienza quasi da escludere. A fornire un identikit del possibile esercente ideale, contribuisce comunque la stessa formulazione del bando. Che richiede la presenza di un gestore senza precedenti negativi (fallimento o concordato), che abbia sempre tenuto fede agli impegni contributivi, assistenziali e previdenziali, con un’esperienza minima triennale nell’attività di gestione di pubblici esercizi, «requisiti morali e professionali» e, soprattutto, che abbia maturato «un fatturato complessivo nel triennio 2006, 2007,2008 pari ad almeno 400mila euro al netto dell’Iva nel settore».
Abbinare un nome a questi dati sembra, a questo punto, un’impresa improba. Indiscrezioni davano come possibili, tra i concorrenti, il nome di Bruno Vesnaver (”Da Giovanni” e ”Antica Ghiacceretta”), non foss’altro che per le sue fortunate (e ultime) gestioni estive del castello. Ma le prime (e pesanti) perplessità arrivano proprio dal diretto interessato. «Avevo letto il pre-bando, e a questo punto posso solo dire che spero che a gestire la ”Bottega” sia un gruppo abbastanza solido. Non si profila, infatti, come una gestione facile».
A detta di Vesnaver, peraltro, non si tratta solo di un problema economico ma anche, per così dire, logistico. «Mancano i parcheggi, non ci piove. Non mi risulta che sia prevista la possibilità di far entrare le auto dentro il castello. Anni fa c’erano parcheggi sotto il castello, ora sono stati dimezzati, non ce n’è più uno». Vesnaver fa anche capire che una gestione ”domacia”, magari un po’ improvvisata, potrebbe solo andare incontro a disastri. «Per quel posto serve un’alta professionalità. Lavora in certi periodi e in altri non lavora proprio, quindi bisogna trovare una soluzione per i mesi invernali. Da gestore di ristorazione mi permetto di dire anche che 10mila euro al mese per Trieste sono una cifra esagerata. Il Comune deve venire incontro ai ristoratori, ridurre spese e condizioni almeno per i primi anni, sennò temo che la ”Bottega” – conclude Vesnaver – resterà una cattedrale nel deserto».
Articolo de Furio Baldassi

Meto sta nius solo perchè la "botega del vin" me ga tirà fora tanti veci ricordi, sempre bei e piacevoli, 'dove
che, qualche volta, se 'ndava a balar in compagnia. Bisognava gaver, in quel momento, la flica in scarsela perchè, alora, noi muli, se doveva pagar anca per la muleta che te acompagnava, ma che no la te la dava...
Se no te ofrivi ti, mulo, ghe 'ndava de mezo la tua reputazion e te perdevi la facia!
'Desso xe diverso. Xe rivà l'emancipazion feminile, la pastilieta giornaliera, mal che vadi xe la pirola antiabortiva (Rsu con un numero che me par una targa de quele nove) e el zogo xe fato.
Tanto per dir, tempo fa, go sentì un mulo dirghe ala mula: Te go pagà 'na coca cola...o te me la dà o te smonti!
Forsi una volta ierimo, a nostra insaputa, più cavalieri de 'desso (senza caval).
Però 'desso i gua de più...
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Bottega del Vino

Messaggio Da Giacomin il Sab 24 Ott 2009 - 20:32

guido bighelli ha scritto:
Però 'desso i gua de più...

....no me par... mi casa go una serie de forbici che speta el gua perchè no le taia più...... ma no rivo trovar nisun de sti quà che gua ..... o go capì mal scratch .....

_________________
Tutto passa......meno el bus che te speti.

http://www.rovinj-apartman-soni.com/
avatar
Giacomin
Armator

Numero di messaggi : 2581
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : colaudator de poltrone, divani e materassi vari
Data d'iscrizione : 07.01.09

http://triestin.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Bottega del Vino

Messaggio Da cesare il Dom 25 Ott 2009 - 17:09

O per un motivo o per l'altro, i tempi sono purtroppo cambiati. La gente non è più "sensibile" a certi luoghi storici e, diciamo pure, romantici! Anche "La Bottega del vino" fa la fine delle varie Dreher, Caravella ecc. ecc.!
avatar
cesare
alievo capitano de coperta

Numero di messaggi : 809
Occupazione/Hobby : in particolare Poesia e Musica
Data d'iscrizione : 11.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Bottega del Vino

Messaggio Da margherita il Dom 25 Ott 2009 - 17:59

Saria proprio pecà che andassi a finir tutto in niente , d'altra parte ,come gà dito Cesare, gavemo dei precedenti per cui restassi veramente soltanto un
ricordo. Crying or Very sad
avatar
margherita
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1101
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : pittura musica libri
Data d'iscrizione : 27.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Bottega del Vino

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum