Rioni - Scorcola

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Lun 14 Set 2009 - 18:22

Forsi ve intresarà anca a voi, un fià de storia de qulchidun dei rioni dela nostra Trieste, mi squmizio de Scorcola, ma spero che anca qualchidun altro volarà contribuir.
In 'stò topic ghe sarà testo e foto.

Il colle di Scorcola, con la sua posizione quasi di fronte al cuore dell'antica città abbarbicata sul colle di San Giusto, è legato alla storia di Trieste fin dai tempi più lontani. Il suo antico nome, Obscurcula, è giunto all'attuale forma attraverso varie modificazioni come Sculcula, e proviene dalla voce ostrogota "skulka" che che significa "vedetta". Durante gli scavi che interessarono la base del colle nel 1767 per la costruzione della caserma (nell'area compresa tra via Carducci e il Foro Ulpiano, alle cui spalle sorgerà un lavatoio) si rinvennero alcuni reperti: una grande pietra con inciso un trofeo della vinta Iapidia, un'iscrizione di Clodio Quirinale, milite della XV legione ai tempi di Nerone, un monumento sepolcrale dei tempi di Augusto, e, nella zona di Sant'Anastasio, un frammento di terracotta di forma triangolare bollato con scritta latina. Durante la costruzione del tram per Opicina (1902) fu rinvenuta una statua mutilata di giovane donna seminuda ed i resti di una villa del II secolo d.C. nel luogo in cui ora sorge la scuola di via Ruggero Manna.
Nella "campagna Fontana" (oggi via Romagna 16) durante gli scavi 1767 riapparvero i resti che probabilmente appartenevano al campo fortificato "sempre Vinegia" che i veneti avevano allestito circa nel 1280, durante il loro assedio a Trieste. la fortificazione era stata allora distrutta dai triestini che assalirono i nemici con l'appoggio del patriarca Raimondo della Torre, che già da quindici anni era in guerra con i veneti. Alcuni rinvenimenti di palle di spingarde, mortai e altre bocche da fuoco testimoniano che il colle fu teatro di guerre anche in epoca medievale.
Lo sviluppo urbano di Scorcola inizia circa tre secoli fa ed è collegato all'esoansione della città, con la concessione del porto franco ed all'incremento dei commerci via terra.
Nel 1777 veniva aperta la strada commerciale per Opicina (attuale via Commerciale) voluta da Karl von Zinzendorf, governatore di Trieste. In quella occasione venne spostata ad Opicina, ai confini con la Carniola, la barriera doganale "arretratasi dal mare con l'elevazione di Trieste a porto franco". Ben presto risultò però oneroso e lento il dovere al "Vorspann" cioè all'aggiunta di una o più "cubie" di buoi al normale tiro, per superare le pendenze troppo accentuate della via. Nel 1830 si provvide a costruire la nuova strada per Opicina, sul tracciato in uso ancora oggi.
Un documento dell'epoca riporta: "le due barriere tuttora esistenti sulla strada vecchia di Optschina, cioè la barriera nuova di Trieste e quella posta nel villaggio di Optschina, saranno soppresse col dì 1 novembre (1829) e concentrate in una sola la quale verrà provvisoriamente eretta sulla cima del monte Optschina..."
Esisteva, quindi, una dogana più vicina alla città lungo il percorso della via Commerciale per Opicina.
Le parti iniziali delle due strade per Opicina delimitarono da allora qusi esattamente il colle di corcola, aggirandolo alla base. Un'altra strada certamente più antica e più ripida lo percorreva al centro, la strada della Stranga, oggi via Romagna. La parola Stranga, derivata dal tedesco "Schranke", significa proprio barriera doganale, ed è facilmente intuibile, quindi, che questa via portasse nelle vicinanze della già citata "barriera nuova di Trieste".

(continua)


Trofeo raffigurante la vittoria romana sulla Giapidia, scoperto nel 1767 duranti i lavori di costruzione dell'ospedale teresiano.

Le foto purtropo no' le xe de otima risoluzion, ma xe tuto quel che rivo a otignir co'i mii mezi, Fabiana.


Ultima modifica di Fabiana il Mar 15 Set 2009 - 16:27, modificato 1 volta
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Lun 14 Set 2009 - 18:28



Iscrizione d'epoca augustea dedicata a Publio Clodio Quirinale e ad altre persone, ritrovata nel 1786:
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Lun 14 Set 2009 - 18:31



Pietra tombale di Lucio Vibio Pollione e della moglie Flavia Ilara, rinvenuta sempre nel 1876, ai piedi del colle.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Lun 14 Set 2009 - 18:34



Il colle di Scorcola in un dettaglio della litografia di A. Rieger "Trieste a volo d'uccello" (1880)

Ciau, sempre con simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Set 2009 - 17:22

Continuo:

...All'inizio dell'800 poche costruzioni erano sparse sul colle, e la piazza Caserma (piazze Oberdan-Dalmazia) era il punto d'incontro delle due strade per Opicina, tanto che una lapide commemmorativa della costruzione della strada nuova, poi posta sull'obelisco di Opicina, doveva venir murata sull'edificio che ospita oggi il "caffè Fabris".
In vetta al colle, visibile da ogni parte della città, fa bella mostra di se il castelletto che l'ingegner Eugenio Geiringer eresse quale abitazione in stile neogotico nel 1896, modificando ed aggiungendo nuovi corpi ad una costruzione rustica preesistente. Qui egli utilizzò stemmi e lapidi che aveva raccolto in varie parti della città murandoli sulle pareti esterne dell'edificio per accentuarne, insieme alle merlature ed agli archi ogivali - come quelli della bifora sulla torre, proveniente da una casa di di Capodistria - le caratteristiche medioevali. Anche la vedetta posta nel parco ingloba antichi reperti, ed altri erano raccolti in una grotta artificiale costruita nei pressi. Ancora oggi, elementi di condutture scavate in masselli di calcare sono usati come vasi per le piante.
Durante l'ultimo conflitto il castelletto ospitò un comando della Wehrmacht e fu qui che il maggiore Linkenbach si arrese agli angloamericani. Abbandonato a se stesso, era divenuto poco più di un rudere quando fu donato alle Madri Benedettine di San Cipriano. Fatto da queste ristrutturare a prezzo di grandi sacrifici, dal 1980 è sede di un asilo internazionale.
Nei prati fra questa proprietà ed i pascoli di Placido Rosabianco (vedi oltre) d'estate veniva allestita una piattaforma di legno dove i cittadini si recavano a ballare.
Ma l'elemento che caratterizza più di ogni altro il colle di Scorcola è certamente la trenovia di Opicina. Dal 10 settembre 1902 essa collega in circa 25 minuti la città con l'altopiano. Fu costruita per iniziativa di una società costituita tra vari maggiorenti triestini, fra i quali anche l'ingegner Geiringer che progettò la linea. Si disse a proposito di quest'ultimo, che l'eccezionale pendenza della prima tratta fosse dovuta al fatto che egli avesse scelto il tracciato in modo da avere un rapido collegamento tra la propria abitazione ed il centro città.




Villa Geiringer vista dalla pendice meridionale del colle; in primo piano i binari del tram di Opicina con il caratteristico tratto dentato della cremagliera.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Set 2009 - 17:28



Stemmi di varia provenienza apposti su un lato della torre di villa Geiringer; sono riconoscibili l'insegna araldica della famiglia patrizia di Trieste Argento (in alto a sinistra) e della casata d'origine francese Pontgibaud-Labrosse (in basso a destra).
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Set 2009 - 17:32



L'interno di villa Geiringer come si presentava nel giugno 1979, abbandonato e distrutto.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Set 2009 - 17:35



L'esterno del castelletto oggi, dopo i lavori di restauro che l'hanno restituito all'aspetto originario.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Set 2009 - 17:41



La vedetta, appartenente al complesso della villa, costruita con pietra del luogo riutilizzando frammenti architettonici rinvenuti nelle vicinanze. Non è stata restaurata per mancanza di fondi.


Ciau, sempre con tanta simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da nonapicia il Mer 16 Set 2009 - 6:45

Aggiungo due foto che go fate anni fa.....



avatar
nonapicia
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1897
Località : Trieste - Venezia Giulia - Italia
Occupazione/Hobby : star in pase, far qualche foto e leger
Data d'iscrizione : 11.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mer 16 Set 2009 - 10:25

Grazie infinite par el contributo nonapicia,
come el solito le foto le xe belisime e te son suserio grata de gaver zontà foto più bele e più rezenti sul cole de Scorcola!
Ciau, sempre con tantisimisimisimisima simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mer 16 Set 2009 - 16:50

Se và 'vanti:

Il successo presso il pubblico fu subito assai grande per la rapidità con la quale si poteva raggiungere Opicina, tanto che la "Società Anonima delle Piccole Ferrovie", esercente in quel tempo il servizio, fu ben presto costretta ad aumentare il numero delle corse e a studiare un progetto di prolungamento fino a Sesana ma il traffico si ridusse notevolmente durante gli anni della prima guerra mondiale nel corso della quale alcune motrici vennero attrezzate per il trasporto dei feriti.
Qualche anno dopo, il 23 luglio 1906, venne prolungato il percorso: il tram infatti, dall'odierno deposito, venne fatto proseguire fino alla stazione della Wocheinbahn (Trieste S. Andrea - Assling), attraversando tutto l'abitato. La tratta venne soppressa nel 1936.
Nel 1927 tutto l'impianto subì una radicale modifica, soprattutto per quanto riguarda la trazione sulla tratta più ripida: la cremagliera originale venne sostituita con il cavo. Il 26 aprile 1928 si ebbe la seconda rimessa in esercizio. Dopo i travagliati anni '60 durante i quali passò dai proprietari citati all'A.C.E.G.A.T., la trenovia conosce ora una terza giovinezza in seguito al rifacimento completo dell'impianto. Anche i carrelli sono stati sostituiti con altri crostruiti dalla stessa ditta che realizzò l'impianto a fune nel '27: la "Teodoro Bell" di Lucerna.
Nella famosa canzonetta triestina viene ricordato il pauroso incidente occorso ad un mese esatto dall'apertura della linea. Il 10 ottobre 1902 il "vagone motore" N. 2 imboccò un tratto ripido nei pressi della vetta di Scorcola senza poter utilizzare i freni a causa, tra l'altro, della mancanza di sabbia usata in frenature precedenti e forse anche per l'inesperienza del manovratore.
Per la forte pendenza la motrice acquistò sempre più velocità finché ad una curva si rovesciò andando a sbattere contro il muro di una casa. Per fortuna non si ebbero vittime: solamente una frattura fu riportata dall'unico vaggiatore presente, data l'ora mattutina. Si trattò dell'unico incidente di una certa entità in cent'anni e più di esercizio.
Oggi la linea Trieste - Opicina rimane l'unica linea tramviaria superstite non solo di Trieste ma di tutto il Friuli - Venezia Giulia, e nel suo genere è l'unica in Italia se non addirittura in Europa.




Luglio 1902: si sta lavorando per la posa dei binari lungo l'odierna Salita della Trenovia. Mancano del tutto, a sinistra, le case che saranno erette dall'arch. Zaninovich.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mer 16 Set 2009 - 16:55



Alle ore undici e tre quarti del 9 settembre 1902, in una sosta della vettura inaugurale all'odierna fermata di Romagna, venne scattata una fotografia ricordo. Accanto al palo, con cappello e baffi bianchi, è riconoscibile l'ing. E. Geiringer.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mer 16 Set 2009 - 17:01



Piazza Scorcola nei primi anni del Novecento, con il tram e il locomotore della cremagliera: a sinistra si nota un fabbricato non più esistente, a destra un giardino occupa l'area oggi percorsa da via A. Aleardi.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mer 16 Set 2009 - 17:04



Una vettura tramviaria alla fermata di Romagna, dove una piccola diramazione della linea portava alla rimessa del locomotore.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Mer 16 Set 2009 - 17:06



Il tram in salita presso la fermata di S. Anastasio; il muro e la casa a sinistra esistono ancora.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 16:59

...Come prevedibile, accanto alla nuova via di comunicazione sorsero ben presto edifici nel caratteristico stile liberty. Nel 1901 l'architetto Giorgio Zaninovich realizzò le case di Salita Trenovia 4 e 6 e di via Pauliana 11, su terreni di sua proprietà. Tra gli anni 1907 e 1908 edificò le case corrispondenti agli attuali numeri 23, 25 e 27 di via Commerciale, sempre su suoi terreni, nonché la villa di Salita Trenovia 8 per la propria famiglia.
La via Romagna saliva ripidamente fra campi e prati destinati alla falciatura dell'erba e, pur proseguendo sulla sinistra, trovava naturale continuazione nella stretta via Montello chiusa in alto da un robusto cancello metallico, oltre il quale iniziava villa Giulia, nome attribuito, allorché fu aperto al pubblico il 21 aprile 1934, al comprensorio di 603.000 mq. derivante dalla fusione di tre proprietà acquistate dal Comune in epoche diverse, e precisamente quella Rumer, comperata nel 1895 per costruirvi l'ospedale psichiatrico e poi rimasta inutilizzata, quella Geiringer acquistata nel 1913 ed infine quella Krausenek, di 213.500 mq. passata di proprietà nel 1921. Sembra che quest'ultima possa essere identificata con il possedimento goduto nel medioevo da una famiglia cividalese "de Cingoli". Nel 1321 un Tristano de Cingoli cedeva alla moglie Savorita de Vanto da Pirano come controdote la sua vigna con farneto in Scorcola. I terreni sarebbero in seguito stati delle monache benedettine, poi dei Gesuiti, dai quali nel 1775 passarono ai padri mechitaristi allorché arrivarono a Trieste da Venezia. Nel 1852 vennero in possesso al dottor Teofilo Koepl, insigne ostetrico, creatore della divisione maternità del nostro ospedale Maggiore, nell'atrio del quale venne iscritto a perenne memoria. Una delle sue tre figlie, Clementina, andò sposa a quel Giulio Ascanio Canal coinvolto nell'azione dei fratelli Bandiera, mentre fu Olga, vedova dell'avvocato Enrico Krausenek, ad alienare la proprità la cui casa dominicale risaliva al primo Ottocento. Il parco, pur ridotto prima dalla costruzione delle abitazioni per i familiari delle truppe statunitensi di stanza a Trieste e poi dall'apertura di strade e dall'erezione di edifici scolastici od abitativi, costituisce ancor oggi un'eccezionale oasi naturalistica a ridosso della città. Dopo un lungo abbandono, il parco è stato risistemato e riaperto al pubblico nel 1984.
All'inizio del 1900, nell'ambito di questo comprensorio, l'ultima grande casa era abitata dalla famiglia di Placido Rosabianco. Una scaletta esterna permetteva di raggiungere il ballatoio e da qui si accedeva alle stanze, mentre la parte inferiore era occupata da due fienili e dalle stalle per una ventina di mucche, dal deposito delle foglie secche, e sull'altro lato dalle stalle per i maiali ed i cavalli. La campagna affittata "de la comun" era adibita al pascolo del bestiame e scendeva fino all'attuale incrocio tra le vie Romagna e Cantù. Ai bambini si raccomandava con severità di non percorrere i sentieri che costeggiavano la collina salendo con leggeri falsipiani fino alla vecchia cava di arenaria, già abbandonata, aperta nell'800 per la costruzione di edifici e strade. Le stesse vie del colle erano lastricate con cubetti di arenaria saldamente infissi nel terreno ed i marciapiedi con semplici lastre della stessa roccia. Dalla casa dei Rosabianco, compiendo un'ampia curva verso la trenovia, un carro scendeva tutti giorni con i bidoni di latte destinati a vari clienti in città. La consegna del latte nelle ville e case più vicine era affidata ai bambini più grandi, che preferivano scendere per la "stretta" o "scorcolana", cioè le scalette di via Scorcola piuttosto che per via Romagna. Probabilmente nell'800 quel caratteristico viottolo era detto "strada Calò".
Tutte le famiglie si conoscevano e talvolta formavano piccoli gruppi abitando in case adiacenti. La famiglia del barbiere Silvio Bensi, aveva via via occupato tutte le casette sul lato sinistro - per chi sale - della via Montello. Nella conca sottostante scendevano il "potocco" Coroneo, non sempre ricco d'acqua, ma che veniva spesso usato dalle tante "lavandere" che abitavano le casette della zona, e che lo raggiungevano attraversando le campagne di Martin. Il passaggio era libero nei campi, allora non divisi da muri, e si poteva scendere in città anche lungo il vicolo Castagneto, il cui nome ricorda i boschi di castagni e querce che a suo tempo crescevano rigogliosi sull'altro lato del colle.


Ciau, se rivo torno fra poco con qualca vecia foto, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 17:09



Villa Krauseneck, costruita all'inizio dell'800.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 17:11



Villa Psacaropulo in via Commerciale 49.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 17:14



L'inizio di via Romagna e dell'attuale via Fabio Severo, nei primi anni del '900.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 17:17



L'antica trattoria Senizza di via Romagna, fondata nel 1875, in una fotografia del 1909; sull'architrave della porta è scolpita la data di fondazione.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 17:20



La demolita villa Garzolini; oggi ne rimane solo il portale.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Fabiana il Ven 18 Set 2009 - 17:24



Via Romagna, la villa Lehner ex Schwachhofer.

Ciau, sempre con tanta simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da borin il Ven 18 Set 2009 - 18:29

Fabiana ha scritto:
Villa Psacaropulo in via Commerciale 49.
te ga copiado per sbaglio la foto de prima, Vila Psacaropoulo in via Commerciale xe questa:

xe la casa de sinistra, davanti la casa moderna la ga fatta el stesso architetto Psacaropoulo paron dela villa nelsuo parco
Un dettaglio della loggia, che ga un panorama stupendo ( son stada ospite una volta dei eredi dei Psacaropoulo)
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da nonapicia il Sab 19 Set 2009 - 6:17

Cara Fabiana,
spero che no te se rabi se zonto un per de foto del tram de Opcina e del panorama che se vedi dal percorso. le go fate anni fa co ì ga ripristinà "el nato disgrazià" e gavevo solo la machineta picia e modesta......

L'interno del tram


Un toco dela salita


Panorama come lo go visto mi..... Shocked
avatar
nonapicia
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1897
Località : Trieste - Venezia Giulia - Italia
Occupazione/Hobby : star in pase, far qualche foto e leger
Data d'iscrizione : 11.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rioni - Scorcola

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum