Typha

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Typha

Messaggio Da Giacomin il Sab 11 Lug 2009 - 16:11

Davanti due otime birete e un per de tartine de salmon :mad: un nostro comune amico me ga becà in castagna, el me ga domandà el nome de una specie de pianta che vivi nei canneti....... a mi che no me ricordo nianche come me ciamo.....Laughing Laughing

Me ga salvà un libro de mio fio....

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Giacomin
Armator

Numero di messaggi : 2581
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : colaudator de poltrone, divani e materassi vari
Data d'iscrizione : 07.01.09

http://triestin.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Typha

Messaggio Da el gran coboldo il Dom 12 Lug 2009 - 16:21

Bondì,co ierimo putei (12 anni circa) gavevimo deciso de far una picia gita cole bici: de Raute verso Domio e dopo magari fin a Dolina, e alora zò per brigata casale,che al epoca la iera piena de autobotti col rimurcio carigo de prodotti che veniva fora dela raffineria Aquila.In zò iera un poco pericoloso,perché sti bestioni teniva velocità de formula uno,ma per tornar,nessun problema:se tacavimo in fiancada de qualche camion che in salita andava a passo de omo.D’estate no iera difficile veder qualche safer che in ridota caminava in fianco dela motrice,Tanto che una volta un de sti bestioni gà urtà qualcossa e via lù a sinistra zò per la campagna dove che adesso xe tuto pien de casete una tacada l’altra.Dura la iera per l’omo a spiegar come mai la bota iera in campagna e lui in strada,Forsi Orso se ricorda de stò fato,iera verso el ’58.Tornemo ala tifa:rivadi al Domio,4 case torno una bottega, un osteria e sul incrocio de Ricmanje-s.Giuseppe iera un picio fortin tedesco per qualche patulia de note.Al posto dei serbatoi del’oleodoto,vigne,campagne e un mar de sarieseri che in fioritura iera tuto bianco.Tanti pici patòc, e diverse roie pei mulini, e la gavemo visto la tifa: roba nova per noi,una pianta che ne gà messo un poco in dificoltà,cior un pochi de sti fiori strani e dover spiegarghe a casa dove che la gavevimo ingrumada o lassar tuto là?Fora el temperin e taiar un poche de ste spighe,bele, maron scuro,le pareva de veludo.Tanto una volta a casa ghe gavessimo contado quela del’Orso e che nassi quel che nassi.E cussì dopo un per de orete,tacadi drio de un autobotte (no iera pericolo che qualchedun zighi:scuria de drio) semo tornadi a casa.Dopo una mata lavada de testa,passado tuto, sti fiori xe sta messi in tun vaso in alto in cusina sora la credenza. Passa diverso tempo, e stà robazza una note gà deciso de farne un scherzo de prete:i fiori se gà verto tuti insieme e gà spanto ste semenze che xe svolade per tuta la cusina.Tuto coverto de sta porcheria.,bel de veder, no ve digo chi che gà dovuto netar tuto.E ancora desso no so come che i ciama sta piantai.Doman che verzi local un mio coetaneo de Domio, de famiglia del posto me fazo dir.Se prima xe qualchedun che pol dirne come che se ciama sta pianta ve prometo che per mia volontà e col tacuin de Giacomin el se guadagna una bona bireta,parola de

Cob
avatar
el gran coboldo
primo uficial

Numero di messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum