Trieste, non più isola felice?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Giacomin il Gio 22 Gen 2009 - 11:31

QUATTRO RAPINE IN POCHI GIORNI
Criminalità, vertice sulla sicurezza
Il procuratore capo Dalla Costa: «È il segnale del degrado economico»



di CORRADO BARBACINI


L’assalto alla concessionaria Bmw, le rapine al distributore - con il benzinaio aggredito - e alla tabaccaia. E ancora il colpo sventato l’altra sera in via Crispi dalla commerciante che si è difesa con lo spray al peperoncino.
In quattro giorni si sono verificati a Trieste altrettanti episodi legati alla microcriminalità urbana. Quattro fatti che inevitabilmente hanno creato un certo allarme tra la gente. Un allarme che spesso poi si tramuta in paura. Nascono da qui le parole di Giovanni Balsamo: «Di questi fatti - spiega il prefetto - parleremo in occasione del Comitato ordine e sicurezza che ho convocato per martedì prossimo. Questi episodi vanno interpretati in un contesto di carattere statistico, ma non voglio sottovalutare il fenomeno. Non vedo motivi di allarme, ma è necessaria un’indicazione di attenzione nei confronti delle forze dell’ordine. Dobbiamo reagire e cercheremo di dare una risposta. Dovranno essere decise nuove modalità operative per il controllo del territorio. Ne parleremo nella riunione di martedì», ribadisce Balsamo.
Il prefetto non nasconde nemmeno un altro aspetto che merita attenzione, quello relativo agli episodi che un filo rosso, sottile ma evidente, connette in qualche modo alla cosiddetta criminalità transfrontaliera. «Anche su questo aspetto - aggiunge Balsamo - andremo avanti, perché emergono indicazioni su cui riflettere».
«Chiederò a polizia e carabinieri chiarimenti che mi aiutino a capire come interpretare questi episodi», annuncia il procuratore capo Michele Dalla Costa. Che comunque usa toni rassicuranti: «A Trieste siamo a un livello di criminalità basso. Penso - è la sua opinione - che molti episodi possano andare collegati alla situazione economica degradata. Comunque dobbiamo capire se questi fatti rappresentino un’eccezione o se si siano verificati all’interno di una nuova realtà che dobbiamo impegnarci a conoscere. Al momento occorre vedere come si orientano le indagini. Presto mi verranno fornite delle valutazioni, certo è che dobbiamo dare una risposta alla gente. Dobbiamo darci da fare».
«Il Comitato ordine e sicurezza prenderà delle iniziative per essere più presenti sul territorio», annuncia intanto Massimiliano Pigato, comandante ad interim dei carabinieri: «Intanto stiamo indagando sui vari episodi accaduti in città. Perché il nostro scopo é quello di perseguire i reati e daremo delle risposte a questa sequenza di episodi. Ci sono indagini in corso», dice. «Abbiamo attivato una serie di servizi di controllo sul territorio. Le pattuglie tradizionali - aggiunge Pigato - sono state integrate da quelle composte dai carabinieri provenienti dal battaglione di Mestre. Lo facciamo nell’ottica di essere il più possibile presenti e per questo di controllare e vigilare la città. Dobbiamo prevenire, evitare gli episodi criminali. Il nostro impegno è molto importante per dare un segnale positivo alla gente».
Toni pacati, ma preoccupazione evidente anche nelle parole del comandante dei Vigili urbani Sergio Abbate: «Dopo quello che è successo non si può abbassare la guardia. Ci vuole collaborazione, è necessaria una sinergia operativa più efficace tra le forze dell’ordine», afferma: «Basta un attimo e una città tranquilla può cambiare. Questa è un’isola felice e noi dobbiamo fare di tutto per mantenere questa realtà. È vero, le statistiche sono rassicuranti, ma dobbiamo tendere alla sicurezza assoluta. «Dirò ai miei uomini - chiude Abbate - di aumentare il livello di attenzione. Devono stare attenti a tutto quello che accade attorno a loro, sulla strada devono badare a ogni piccolo indizio che consenta di prevenire le situazioni di rischio. Trieste, lo ripeto, non può diventare come il Far West».

----------------------------------------

Gavemo finì de star tranquilli?? :confused:
avatar
Giacomin
Armator

Numero di messaggi : 2581
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : colaudator de poltrone, divani e materassi vari
Data d'iscrizione : 07.01.09

http://triestin.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da dan68 il Gio 22 Gen 2009 - 15:19

Mah, mi no me infasseria la testa cussì presto... Purtropo (e sotolineo el purtropo) un zerto aumento de criminalità, magari qualche volta passeggero, xè fisiologico in realtà urbane. Xè ovio che no bisogna sbassar la guardia, ma no bisogna gnaca corer el ris'cio de alimentar paure ingiustificade. Queste, infati, de solito xè pan per tuti quei che predica l'intoleranza, e alora vien fora i movimenti più o meno spontanei contro: i zingani, i rumeni, i imigrati in genere, quei coi cavei rossi ecc. ecc. 'Sti susulti de "contrari" no i iuta a miliorar la situazion, ma anzi aumenta ancora de più el casin generale.
Zerto xè che no vivemo in un bel mondo, per tante robe, e se le condizioni economiche no 'ndarà meo sarà difizile che el miliori. Ma 'l podessi eser anca 'ssai, ma 'ssai pezo.
In gamba muli!

dan68
terzo uficial

Numero di messaggi : 51
Località : Tivoli (Roma)
Occupazione/Hobby : No tuto ma de tuto (squasi...)
Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da el gran coboldo il Gio 22 Gen 2009 - 16:15

Bondì,quel che me dà fastidio xe la parola microcriminalità, ma per esser criminalità cossa i devi far?
O la criminalità vien classificada de chi che la subissi? Se i ghe beca la pension a una veceta xe micro? Se inveze i ghe ciol el rolex zò del polso a un vip,diventa un caso nazional?
Cob.
avatar
el gran coboldo
primo uficial

Numero di messaggi : 363
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Giacomin il Gio 22 Gen 2009 - 19:10

Coboldo, no te ga idee moderne, te son retrogrado, no te sà che se te scipi una veceta...te son micro, se te rubi un rolex te son criminal..... se te ghe tiri le scarpe a Bush.... te risci la sedia eletrica Rolling Eyes se te son imbriago e te fà una strage..... una sculazada e via....... Crying or Very sad
avatar
Giacomin
Armator

Numero di messaggi : 2581
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : colaudator de poltrone, divani e materassi vari
Data d'iscrizione : 07.01.09

http://triestin.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da dan68 il Ven 23 Gen 2009 - 8:48

No xè question de eser retrobelgradi (come che diseva el bon Mirko, co'l contava e 'l scriveva...). Se disi, no? Chi roba un pomo va in galera, chi roba una zità porta bandiera.

dan68
terzo uficial

Numero di messaggi : 51
Località : Tivoli (Roma)
Occupazione/Hobby : No tuto ma de tuto (squasi...)
Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

L'Isola Felice

Messaggio Da Coce il Ven 23 Gen 2009 - 10:35

L'unica cura xe la vigilanza da parte anche del publico, questi tipi de incidenti sucedi in tute le citta del mondo, xe sempre qualche disgrazia' che vol viver a sbafo. Ciao Coce Smile
avatar
Coce
terzo uficial

Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 15.01.09

Tornare in alto Andare in basso

L'isola felice

Messaggio Da guido bighelli il Gio 11 Giu 2009 - 20:49

Intanto saludo tuti. Son novo fresco, fresco (de ieri) e spero de trovarme ben con voi.
Stago legendo un poco ala volta quel che scrivè e le risposte dei altri forumisti (Dio che bruta parola)
nei vari topic.
Mi vivo in Lombardia fra Bergamo e Milan de 46 anni a sta parte, salvo qualche anno passà al'estero
per ragioni de lavor. Me xe capità de leger come prima roba quel che scrivè sula delinquenza atual
che no ga risparmià nianca TS. Ormai no xe più de meraviarse de niente. Una zità come Trieste, che se trova
al capolinea del'Italia, lontan e un poco dimenticada, la viveva ancora ben quando che i confini jera
controlai. Per dirla in parole povere, quando che noi se tignivimo i nostri nagananoni e i nostri vizini i sui.
Desso, con Sengen, xe cambià tuto, tuti va e vien, controli no ghe ne xe e cussì se importa delinquenti.
Anca se esporta, ringraziando Dio!
Sicuramente per zerti versi sto cambiamento sarà in ben, ma per altri xe aumentà i furti,
le rapine, le falsificazioni dele carte de credito e bancomat ecc. ecc.
Vederè che fra qualche aneto no farà più notizie la rapina in un concesionario de auto o la spacada in
negozio de gioieleria.
Sarà reati ben più gravi e no credo che le robe podarà cambiar in mejo nei prosimi anni.
GB
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da borin il Ven 12 Giu 2009 - 4:03

mah, mi no so dir, ma ai tempi dei cosiddetti ani de piombo mi de sera gavevo paura a andar fora per strada a pie, e inveze de un per de decenni in qua torno de teatro senza nissun problema . Anche furti, rapine, imbroioni, iera una volta e xe adesso. No sarà un confin che a mi me fazeva sentir sofigada a cambiar, i delinquenti va e viene indiferentemente e no solo de l'est e no sempre i se ferma de noi. Xe anche una bruta mentalità in giro, l'idea che i soldi se se li pol far facile imbroiando e rubando e no lavorando onestamente. Ma ve ricordè co i fazeva rapine e i le ciamava "espropri proletari"? e la prima Banda del buco iero ancora picia che i parlava.? .devo dir che me rattrista assai co legio che qualchedun rimpianzi i confini ... Crying or Very sad
avatar
borin
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1519
Data d'iscrizione : 10.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da guido bighelli il Ven 12 Giu 2009 - 21:55

Forsi no son stà capì. Mi no go dito che rimpianzo i confini e gaver la posibilità de girar de qua e de là liberamente
per le persone oneste. Volevo solo rimarcar che senza un minimo de controlo, oltra ale nostre bobaze se gavemo trovà anca quele dei altri. Tuto qua!
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Ospite il Sab 13 Giu 2009 - 13:41

Mi me par che qua stemo nonostante tuto ancora bastanza ben. Certo che la delinquenza xe un pochetin aumentada, ma raportada con le altre cità no xe ancora confronti. Purtropo però xe vero che senza i controlli confinari i briganti entra molto più facilmente che in passato.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Rapina

Messaggio Da guido bighelli il Lun 19 Ott 2009 - 23:23

Legio da c.b. de Il Piccolo

Aggredito per un giubbotto

"Aggredito e rapinato. In tre gli hanno portato via il giubbotto. La vittima è Lorenzo Vigini, 18 anni, figlio del segretario generale del Consiglio regionale. L’episodio, sul quale stanno indagando i carabinieri di via Hermet, è successo l’altra notte attorno all’una in via Università.
Il giovane dopo aver trascorso la serata con un gruppo di amici si era avviato verso casa. All’altezza di via Università ha incrociato un ragazzo che lo ha invitato a bere qualche cosa. Ma Lorenzo, così ha raccontato ai carabinieri, ha proseguito lungo la propria strada. Dopo pochi minuti il giovane che lo aveva invitato l’ha affiancato e poi sono sbucati dal buio altri due. I tre hanno cominciato a strattonarlo fino a gettarlo a terra con violenza. Poi senza troppi complimenti gli hanno tolto il giubbotto che indossava e se ne sono andati via. Lorenzo Vigini è rimasto a terra impietrito dalla paura. Fortunatamente teneva il telefonino cellulare nella tasca dei pantaloni e così ha potuto chiamare a casa e chiedere aiuto.
Dopo poco sono arrivati per soccorrerlo la sorella e il fratello che lo hanno accompagnato a casa. Ieri mattina il giovane assieme al padre è andato a sporgere denuncia nella caserma dei carabinieri di via Hermet. Ha raccontato l’accaduto fornendo una serie di elementi utili per realizzare l’identikit di almeno uno dei tre aggressori. Quello che lo aveva invitato prima a bere e poi lo aveva affiancato prima che comparissero i complici.
«Mio figlio - ha raccontato ieri sera il funzionario della Regione - si è molto spaventato. Per fortuna non ha riportato alcuna ferita e tutto si è concluso con la perdita di un giubbotto".

Ste robe, qua de noi in Lombardia, no i le scrivi più sui zornai zà de 30 e più anni a sta parte.
Me ricordo che a Milan, sarà stà nel '76/77, a un amigo de mio fio, i ghe ga portà via el monton che quela volta
'dava 'ssai de moda e i lo ga anca impinì de botte. No esisteva i celulari per ciamar papà. Bisognava difenderse da soli!
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Giacomin il Mar 15 Dic 2009 - 8:08

14 dicembre 2009....... tuto in un giorno.... Evil or Very Mad

DUE MALVIVENTI IN AZIONE DOMENICA SERA IN VIA KANDLER
Gli puntano un coltello alla gola e lo rapinano

Lo hanno rapinato mentre stava rientrando a casa. Gli hanno puntato il coltello alla gola e gli hanno intimato: «Fuori i soldi».
F.A., 43 anni, è rimasto ammutolito, paralizzato dalla paura. Non ha avuto neanche la forza di reagire. Uno dei due banditi gli ha infilato una mano in tasca e gli ha preso il portafoglio contenente 130 euro. Poi entrambi sono fuggiti.
La rapina è stata messa a segno l’altra sera attorno alle 21 in via Kandler. A dare l’allarme ai carabinieri è stato lo stesso rapinato che pochi minuti dopo ha chiamato il 112. In breve sono arrivate sul posto due pattuglie del radiomobile e alcuni militari del reparto investigativo. È scattata subito una battuta in tutta la zona. Le pattuglie hanno controllato le strade vicine. Ma senza risultato. I due malviventi si erano come volatilizzati.
Nel corso delle indagini i carabinieri hanno anche cercato qualche testimone che da qualche casa vicina avesse notato i malviventi mentre fuggivano da via Kandler verso via Cologna. Ma anche questa ricerca non ha dato l’esito sperato.
La vittima ha fornito pochi elementi utili per le indagini. Ha riferito agli investigatori che i due banditi avevano l’accento meridionale. Ha spiegato agli investigatori anche che avevano il volto nascosto probabilmente dai cappucci dei giubbotti che tenevano abbassati sul viso. F.A. è stato accompagnato in caserma in via Dell’Istria dove gli sono state fatte vedere molte fotografie di pregiudicati. Ma anche questo tentativo non ha dato il risultato sperato. L’uomo ha poi ha ricostruito l’episodio dal punto di vista dinamico. In pratica, in precedenza i due banditi lo avevano seguito per qualche centinaio di metri e poi erano scattati in azione scegliendo un punto isolato della strada. Gli hanno puntato il coltello alla gola bloccandolo da dietro. Poi con calma gli hanno intimato di consegnare il denaro. Ma l’uomo era talmente spaventato da non riuscire né a parlare, né a reagire. E così gli hanno preso il portafoglio e veloci sono fuggiti.
Pochi giorni fa un anziano era stato rapinato da quattro banditi incappucciati che lo avevano legato a una seggiola e imbavagliato con il nastro adesivo e poi erano scappati dopo aver chiuso a chiave la porta dall’esterno. La rapina era stata messa a segno in un appartamento di via Lorenzetti, nel rione di Ponziana. Il bottino ammontava a circa 1300 euro, i soldi della pensione che l’uomo aveva ritirato pochi giorni prima all’ufficio postale. Rubate anche un buon numero di medagliette d’oro che l’anziano aveva vinto durante alcune gare di bocce disputate negli anni passati. (c. b.)

ARRESTATO IN PIAZZA OBERDAN
Si denuda in mezzo alla strada e fa la pipì su un autobus



Ubriaco fradicio si è tolto gli abiti e si è messo in mezzo a piazza Oberdan bloccando un autobus della Trieste trasporti. E quando il mezzo si è fermato ha pure fatto la pipì sulla carrozzeria.
Protagonista della performance Alessio Callegari, 21 anni. È stato arrestato dai carabinieri per interruzione di pubblico servizio, danneggiamento aggravato e continuato, atti contrari alla pubblica decenza. Ma anche per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, perché quando i carabinieri sono arrivati li ha aggrediti, ferendone due. Ha anche aggredito un caporale dell’esercito che era intervenuto per dare man forte ai carabinieri.
Il movimentato episodio si è verificato domenica sera attorno alle 21 in piazza Oberdan. Stando al rapporto dei carabinieri, Callegari, dopo essersi spogliato lanciando i vestiti in un angolo, si è messo in mezzo alla strada e quando ha visto sopraggiungere l’autobus della linea 4 ha allargato le braccia. Quando il conducente del mezzo pubblico ha arrestato la marcia il giovane si è appeso al tergicristallo e poi ha cercato di scardinarlo.
A dare l’allarme è stato lo stesso autista, che ha chiamato i carabinieri. Precauzionalmente, prima dell’arrivo della pattuglia della stazione di Rozzol, ha chiuso le porte del bus per evitare l’eventualità che l’uomo nudo entrasse nel mezzo pubblico. Poi sono arrivati i carabinieri. Ma Alessio Callegari non si è calmato. Se l’è presa anzi anche con la Punto di servizio danneggiando il cofano con un pugno. Non è stato facile per i due militari e per il caporale dell’Esercito trattenere l’ubriaco. Alla fine sono scattate le manette. E l’uomo, al quale nel frattempo erano stati riconsegnati gli abiti, è stato portato in carcere. (c. b )



CATTURATI DUE ROMENI
Volevano fare razzia in un bar di Opicina



I carabinieri li hanno sorpresi mentre tentavano di svaligiare il «Bar alla stazione» di Opicina. In carcere è finita una coppia di romeni I.A.K, 22 anni l’uomo, e V.R., 28 anni, la donna.
Il movimentato episodio si è verificato sabato sera. I due, secondo gli accertamenti dei carabinieri del radiomobile di Aurisina, stavano aprendo la porta del bar che si trova in via Della Ferrovia. I militari li hanno bloccati nel corso di un normale servizio di controllo proprio nella zona della stazione ferroviaria. Dopo le formalità di rito i due arrestati sono stati accompagnati al Coroneo a disposizione della procura della Repubblica.




NELLA CHIESA MADONNA DEL MARE DI PIAZZALE ROSMINI
Furto in sacrestia, portati via 30mila euro
Padre Andrea Tommasi: «Hanno preso i soldi delle offerte e quelli per le missioni»



di CORRADO BARBACINI


Hanno portato via le offerte dei fedeli, il denaro che doveva servire per le missioni e anche la cassaforte con gli ex voto. Il furto è stato messo a segno nella chiesa della Madonna del Mare in piazzale Rosmini. Il bottino ammonta complessivamente a oltre 30mila euro. Ma nel bottino c’è anche un libretto di assegni in bianco.
«C’erano tutti i soldi necessari per la nostra attività, per aiutare i poveri. Ora non abbiamo più nulla», dice sconsolato il parroco padre Andrea Tommasi. Poi aggiunge: «I ladri assaltano le chiese perché sono più facili da svaligiare. Noi siamo sempre aperti. Ma c’è chi, come in questo caso, ne ha approfittato».
I ladri hanno agito nella notte tra venerdì e sabato. «Sicuramente - osserva padre Andrea - si sono fatti chiudere nella chiesa e poi di notte sono passati negli uffici». In pratica, secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di via Hermet i malviventi sono andati nell’ufficio parrocchiale dopo aver forzato la porta della sagrestia. In pratica hanno percorso i corrodoi interni utilizzati normalmente dai religiosi e dalle persone che frequentano la parrocchia. Nell’ufficio si sono scatenati. Racconta ancora padre Andrea: «Quando sono arrivato chiamato da una signora che collabora con la parrocchia, ho trovato tutto a soqquadro. Sul pavimento avevano svuotato il contenuto del cassetti. Poi - sono sempre parole di padre Andrea - ho guardato verso la scrivania e ho scoperto che avevano addirittura preso la cassaforte staccandola dal muro».
Nella cassaforte, secondo la denuncia presentata ai carabinieri, c’erano molti gioielli. Come anelli, catenine e oggetti sacri donati alla parrocchia dai fedeli. Il tutto per un valore non certo inferiore a 15mila euro. Poi c’erano banconote per l’ammontare di 5mila euro e anche un blocchetto di assegni. In un cassetto della scrivania hanno rubato altre banconote per l’ammontare di 1800 euro. Ma hanno preso anche un’incredibile quantità di monetine (quelle delle elemosine) per la somma di ben 10mila e 700 euro.
Per uscire i ladri non sono passati attraverso la chiesa. Ma sono andati nell’orto e da lì dopo aver rotto la rete di recinzione sono usciti in strada, dalla parte posteriore dell’edificio.
«Nei prossimi giorni faremo installare un antifurto, perché avanti così non si può certo andare», aggiunge il frate. Poi prosegue: «La chiesa e l’ufficio parrocchiale sono sempre stati di libero accesso. Qui viene gente che ha bisogno e noi aiutiamo tutti. Per questo non ho sospetti. Posso solo dire che chi ha agito conosceva bene l’ubicazione dei locali all’interno della parrocchia e sapeva che in questi giorni c’erano molti soldi. Sono sicuro che i carabinieri si impegneranno al massimo per poterci aiutare recuperando almeno parte del bottino. Forse qualche indicazione potrebbe arrivare anche dalla gente. Cambiare 10mila euro di monetine in banconote non è un fatto molto frequente. E se qualcuno ha notizie di questo tipo avvisi subito i carabinieri».
---------------------------------------------------------------

.....sempre meio...

_________________
Tutto passa......meno el bus che te speti.

http://www.rovinj-apartman-soni.com/
avatar
Giacomin
Armator

Numero di messaggi : 2581
Località : Trieste
Occupazione/Hobby : colaudator de poltrone, divani e materassi vari
Data d'iscrizione : 07.01.09

http://triestin.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da guido bighelli il Mar 15 Dic 2009 - 11:12

Caro Giacomin, stavo proprio legendo le niusss via internet de Il Piccolo
e no go podù no pensar che Trieste xe diventada pezo de New York,
prima dela "tolleranza zero" del zupan Giuliani...
Veramente un pecà leger ste robe dela nostra zità!
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Dic 2009 - 16:09

dan68 ha scritto:Mah, mi no me infasseria la testa cussì presto... Purtropo (e sotolineo el purtropo) un zerto aumento de criminalità, magari qualche volta passeggero, xè fisiologico in realtà urbane. Xè ovio che no bisogna sbassar la guardia, ma no bisogna gnaca corer el ris'cio de alimentar paure ingiustificade. Queste, infati, de solito xè pan per tuti quei che predica l'intoleranza, e alora vien fora i movimenti più o meno spontanei contro: i zingani, i rumeni, i imigrati in genere, quei coi cavei rossi ecc. ecc. 'Sti susulti de "contrari" no i iuta a miliorar la situazion, ma anzi aumenta ancora de più el casin generale.
Zerto xè che no vivemo in un bel mondo, per tante robe, e se le condizioni economiche no 'ndarà meo sarà difizile che el miliori. Ma 'l podessi eser anca 'ssai, ma 'ssai pezo.
In gamba muli!

Bona sera dan68, condivido pienamente tuto quel che te gà dito e zonto inoltre che quà, andove che abito mi e che xe 'na zitadina 10/15 volte più picia, 'stì espidodi i xe 'sai più numerosi. Pena che par 'na zitadina che conta 23.000 abitanti, comprese le frazioni, i gà piazà ben 40 videocamere de sorveglianza.
E ancora più razon te dago cò te disi che: ... "Queste, infati, de solito xe pan per tuti quei che predica l'intoleranza, e alora vien fora i movimenti più o meno spontanei contro: i zingani, i rumeni, i imigrati in genere ..."
Con questo no' vojo giustificar nisun ato criminale (né micro, né tantomeno macro) che el devi eser aborido comunque e sempre.


Ciau, con simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da guido bighelli il Mar 15 Dic 2009 - 18:11

... "Queste, infati, de solito xe pan per tuti quei che predica l'intoleranza, e alora vien fora i movimenti più o meno spontanei contro: i zingani, i rumeni, i imigrati in genere ..."
Scuseme, ma cossa centra l'intoleranza ecc. ecc.
che ga scrito dan68, quasi un anno fa, col fato de meter el cortel
nela gola dela gente o robar in cesa...No rivo capir el nesso!
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Fabiana il Mar 15 Dic 2009 - 19:45

Poso anca capirte Guido, ma quel che gà scrito dan68 in gener el val anca par ogi.
De solito la zente - spezalmente de 'stì tempi - i gà l'abitudine de darghe sempre la colpa a quele persone che el gà nominà. No' sò parché ma xe sempre cusì, qualsiasi roba bruta fata de lori fà vignir fora un articolon de prima pagina (specialmente de 'stè parti), mentre par quel che combina la criminalità locale i meti, al masimo, un trafileto che squasi no' te lo vedi. Mi spero tanto che no' sìa cusì anca a Trieste: me 'sai dispiaserìa.

Ciau, sempre con tantisima simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da guido bighelli il Mar 15 Dic 2009 - 21:24

Sarà come che te riporti ti e che disi dan68, cmq xe sempre reati
gravi e odiosi, indipendentemente che li cometi autoctoni o zingari
che vien de fora.
Scusa ma mi la vedo cussì ...
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da nonapicia il Mer 16 Dic 2009 - 16:56

Son dacordo con Bighelli sul fatto che furti rapine stupri xe brute robe.....e per quel che ga dito Fabiana, no se pol darghe torto...., ma purtroppo la magior parte de ste robe atualmente vien fate de lori e i giornai lo rimarca. Comunque saria giusta la parità de publicità anche per i malfatori italiani.
avatar
nonapicia
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1897
Località : Trieste - Venezia Giulia - Italia
Occupazione/Hobby : star in pase, far qualche foto e leger
Data d'iscrizione : 11.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da guido bighelli il Mer 16 Dic 2009 - 17:52

Mi credo che la "parità" de rimarcar sti reati sui organi de informazion la
esiti za, sia per i malviventi nostrani, sia per quei importai.
Inveze, cucando le statistiche, per le etnie che xe in buso, la "parità" la ragiungeremo 'ssai presto.
Semo rivai al 36/37 % de extracomunitari e, se 'ndemo avanti cussì,
saremo presto "ala pari" coi nostri e bisognerà far nove galere perchè
quele che ogi esisti, no basta più!
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da cesare il Mer 16 Dic 2009 - 20:49

Si dà sempre la colpa agli altri per salvare se stessi!... Ognuno ha le proprie responsabilità, anche i "nostrani", come li chiama Guido!
avatar
cesare
alievo capitano de coperta

Numero di messaggi : 809
Occupazione/Hobby : in particolare Poesia e Musica
Data d'iscrizione : 11.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da guido bighelli il Gio 17 Dic 2009 - 14:24

Co se delinqui, che se sia bianchi o neri, se xe sempre un reato de condanar!!!
avatar
guido bighelli
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1630
Località : Bergamo
Occupazione/Hobby : tuto e gnente
Data d'iscrizione : 11.06.09

http://tacomaco40@gmail.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Fabiana il Gio 17 Dic 2009 - 16:46

guido bighelli ha scritto:Co se delinqui, che se sia bianchi o neri, se xe sempre un reato de condanar!!!

Su 'stà roba son pienamente dacordo con ti, mentre ribadiso con convinzion che vien dado dai media 'sai, ma 'sai più risalto ai crimini comesi da extracomunitari.
Quel che no' gò rivà a comprender completamente xe el tuo post prezedente a quel che gò riportà quà.
Te devi anca tignir conto - nel numero paritario che te indichi - che tanti, anzi tropi, imigrai i xè in "buso" (come che te disi ti) par robe che no' gà gnente a che vedèr con la criminalità, ma semplizemnte per zerdti idiotisimi "decreti legislativi" de 'stò governo che no'l xe el mio, parchè mi in 'stò governo no' me riconoso.
'Deso bacheteme pur, ma xe pròpio quel che penso.

Ciau, sempre con tantisima simpatia, Fabiana.


Ultima modifica di Fabiana il Mar 22 Dic 2009 - 16:54, modificato 1 volta
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da nonapicia il Ven 18 Dic 2009 - 14:52

Perchè dovemo bachetarte? Xe la tua opinion, e noi la rispetemo........
avatar
nonapicia
aspirante capitano de coperta

Numero di messaggi : 1897
Località : Trieste - Venezia Giulia - Italia
Occupazione/Hobby : star in pase, far qualche foto e leger
Data d'iscrizione : 11.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da gomena il Ven 18 Dic 2009 - 17:29

.......senza tirarte statuete sul muso
avatar
gomena
alievo de coperta

Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 16.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Fabiana il Mar 22 Dic 2009 - 17:05



Benvignudo Gomena, scusa se te dago el mio ben arivà solo che 'deso, ma la sera che gò leto che te jeri l'ultimo iscrito se gaveva fato tardi, e fina ogi no' gò più 'vù tempo de verzer el PC.

Te ringranzio de no' voler tirarme statuete 'doso (anca parché sarìa un fià difizile Wink ), comunque se qualchidun pensa che me lo merito, mi son dispotisima a "porger l'altra guancia"!

Ciau, con simpatia, Fabiana.
avatar
Fabiana
comandante

Numero di messaggi : 3354
Località : Tirano
Occupazione/Hobby : un po' di tutto
Data d'iscrizione : 10.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trieste, non più isola felice?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum